TEACHING

ll Programma Erasmus+ consente al personale docente dell’Università di Pisa (professori ordinari, associati, ricercatori e docenti a contratto) di svolgere un periodo di docenza (è esclusa qualunque attività di ricerca) nei Paesi aderenti al Programma Erasmus + (Programme Countries – KA103) e nei Paesi Terzi (Partner Countries – KA107).

ERASMUS+ KA103
La mobilità è regolata sulla base di accordi bilaterali stipulati tra il Dipartimento Istituti di Istruzione Superiore di Paesi partecipanti al Programma Erasmus+. La lista delle sedi è consultabile qui.
Durata della mobilità: la durata complessiva del periodo di mobilità va da un minimo di 2 giorni lavorativi consecutivi ad un massimo di 2 mesi di attività, esclusi i giorni di viaggio. L’attività di insegnamento deve comprendere almeno 8 ore di insegnamento alla settimana (o per ogni soggiorno più breve).
IMPORTANTE: i giorni di viaggio devono essere 2 in totale: 1 per l’andata, immediatamente prima del giorno di inizio delle attività ed 1 per il ritorno, immediatamente dopo il giorno di fine attività.
Presentazione delle candidature: le candidature devono essere presentate al CAI del Dipartimento inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro le deadline stabilite dall’Ateneo. Nell’attribuzione delle mobilità il CAI terrà conto del principio della rotazione dando la precedenza a coloro che non hanno mai utilizzato tale opportunità. Il CAI invierà la graduatoria alla Direzione Ricerca e Internazionalizzazione che procederà con l’assegnazione dei fondi dandone comunicazione al CAI.
Contributi alla mobilità: è previsto il rimborso a piè di lista, pertanto saranno rimborsati i costi effettivamente sostenuti secondo il regolamento delle Missioni fuori sede e comunque entro i limiti fissati dai massimali per il viaggio ed il soggiorno. I costi ammissibili sono suddivisi tra spese di viaggio e spese per soggiorno. Il numero di posti disponibili e il tetto massimo di spesa per la mobilità sono definiti annualmente.
Per il personale disabile è previsto un contributo Erasmus aggiuntivo.

PRIMA DI PARTIRE
Inviare all’Unità Cooperazione Internazionale i seguenti documenti:
- Accordo per la mobilità di docenti in duplice copia, compilato e sottoscritto in originale
- Modello Staff Mobility for Teaching (originale o copie scansionate con firme elettroniche) sottoscritto dal docente coordinatore, da chi effettua la docenza all’estero e dall’Università partner

DURANTE LA MOBILITA'
Il docente deve farsi rilasciare dall’istituto ospitante l’Attestato di Frequenza con indicate le ore di docenza per poi poter procedere con la richiesta di rimborso delle spese sostenute.

AL RIENTRO DALLA MOBILITA'
- Entro 30 giorni dal rientro, il docente dovrà compilare online il Rapporto Narrativo (EU Survey). Il docente riceverà una e-mail per la sua compilazione direttamente all’Unità Cooperazione Internazionale.
- Il docente dovrà inoltre procedere con la richiesta di rimborso spese che sarà a piè di lista ed al quale andranno allegati tutti i giustificativi in originale e l’attestato di frequenza.

ERASMUS + KA107
L’Azione Mobilità Internazionale per crediti - International Credit Mobility (ICM) KA 107 del programma Erasmus+ offre al mondo accademico opportunità di mobilità internazionale da e verso Paesi extra-UE (Partner Countries).
Attraverso questa azione infatti, gli istituti di istruzione superiore europei possono candidarsi presso le rispettive Agenzie Nazionali per istituire accordi di mobilità con le loro controparti in paesi partner di altri continenti, al fine di inviare e ricevere studenti, dottorandi e personale docente e amministrativo con l’obiettivo di attrarre studenti e docenti verso le università europee, sostenendole nella competizione con il mercato mondiale dell’istruzione superiore e allo stesso tempo ampliare il raggio di destinazioni possibili per gli studenti e i docenti d’Europa con un’apertura verso i Paesi del resto del mondo.
Lo scopo è quello di aiutare i singoli partecipanti ad acquisire competenze, per sostenere il loro sviluppo; aumentare la capacità, l’attrattiva e la dimensione internazionale delle organizzazioni partecipanti.
Nell'ambito di questa azione l’Università di Pisa assegna borse riservate al personale docente per lo svolgimento di un periodo di mobilità all’estero: la progettualità viene presentata e gestita centralmente. I Dipartimenti possono collaborare indicando, tramite il CAI, i paesi di interesse e le possibili relazioni pregresse con delle Istituzioni universitarie extraeuropee che potrebbero essere implementate grazie ai fondi Erasmus+.
Requisiti di ammissione: Può partecipare alla mobilità il personale docente anche a contratto.
Presentazione della candidatura: Le modalità per la presentazione della domanda di candidatura sono indicate nel Bando di selezione pubblicato sul sito web di Ateneo.
Ulteriori informazioni : Le informazioni relative alla durata della mobilità, ai Paesi di destinazione e ai contributi alla mobilità sono indicate nel Bando di selezione pubblicato sul sito web di Ateneo.

 

TRAINING

Il Programma Erasmus+ consente al personale tecnico amministrativo di svolgere un periodo di formazione, Staff Mobility for Training, presso Istituti di istruzione superiore titolari di ECHE (Erasmus Charter for Higher Education) e/o presso imprese presenti in uno dei Paesi partecipanti al Programma. Erasmus + (Programme Countries – KA103) e nei Paesi Terzi (Partner Countries – KA107).
Ulteriori informazioni : Le informazioni relative a questo tipo di mobilità sono riportate nella pagina OPPORTUNITA' ALL'ESTERO del sito web di Ateneo.